Google ergo sum

Mi ero accorto già da qualche tempo, analizzando gli accessi al sito, come gli spider dei motori di ricerca conoscessero bene questo blog, nonostante non vi fosse alcun link dalla scarna (per usare un eufemismo) homepage.
Se non sbaglio, gli unici link in entrata provengono ancora oggi solamente dal blog del piccoloimprenditore.

Stamattina le pagine del Ginepraio appaiono in bella vista pure nelle SERP di Google.

Bene, posso ritenere finito il mini-test sui tempi di indicizzazione da parte degli spider.
D’ora in poi, il Ginepraio merita la giusta visibilità a partire dalla homepage.

Francia 2 – Google 0

Mi sembra utile soffermarsi su quanto avvenuto in Francia nell’ultimo mese: Google ha subìto due sconfitte legali in due procedimenti in cui le aziende hanno messo sotto accusa il sistema di vendita di keywords riconducibili ai marchi della concorrenza.

In pratica, Le Meridien Hotels prima e Louis Vuitton poi, hanno fatto dichiarare irregolare lo sfruttamento di un marchio concorrente per promuovere la propria attività tramite i servizi del motore di ricerca.

Oltre alla sentenza di primo grado (contro la quale è atteso il ricorso in appello di Google), la notizia assume un rilievo di maggiore importanza se rapportata ad un analogo caso che, negli Stati Uniti, aveva visto il più famoso motore di ricerca uscire vittorioso (contro il gruppo Geico).

MSN Search al debutto

È ufficialmente disponibile il nuovo motore di ricerca sviluppato dalla Microsoft.
Bill Gates in persona lo ha tenuto a battesimo, con una lettera aperta a tutti i navigatori.
Al di là delle elucubrazioni possibili sul terzo incomodo nella sfida aperta nel mercato dei motori di ricerca, che vede Google contrapposto allo storico rivale Yahoo, vorrei soffermarmi su un aspetto solo apparentemente marginale: la scelta da parte degli uomini di Redmond di seguire gli standard web nello sviluppo del motore.
L’interfaccia, semplice ma completa come si conviene ad un motore di ricerca, utilizza codice XHTML strict per i contenuti, mentre la presentazione (la parte “grafica”) è affidata, come si conviene, ai fogli di stile.
Una scelta sicuramente apprezzabile e degna di nota, per chi ha a cuore lo sviluppo di applicazioni web rispettose degli standard definiti dal W3C.