L’anno prossimo sarà l’anno del mobile. Ma anche no.

Non se ne può più. Da qualche anno, ad ogni evento digital, sentiamo ripetere la stessa frase:

L’anno prossimo sarà l’anno del mobile.

L’ho sentita talmente tante volte da essermi convinto che, davvero, prima o poi ci sarebbe stato questo anno-del-mobail (mi si perdoni, ma va pronunciato all’inglese, con l’accento sulla “a”: mobàil).

Già, ma quando arriva questo anno? Non è che è già passato e noi tutti eravamo distratti e non ce ne siamo accorti?

Per trovare LA risposta definitiva a questo quesito apparentemente irrisolto, vi propongo una ricerca condotta personalmente, forte di un metodo scientifico inattaccabile (…), che sfrutta la ricerca su Google.
Grazie all’utilizzo delle virgolette, che consentono di cercare una sequenza di parole in esatto, ho setacciato gli indici di Google alla ricerca di una prova tangibile dell’avvento dell’anno del mobile.

Non vi svelo il segreto in questo post, ma vi riporto la ricerca pubblicata su SlideShare:
[slideshare id=28930058&doc=anno-del-mobile-131205102154-phpapp01]

 

ps: se volete leggere una ricerca vera, vi consiglio di dare un’occhiata a “I like the conversion” che ho avuto il piacere di presentare allo scorso IAB Forum a Milano con Gennaro Palma e Stefania Scopelliti.

Per saperne di più, vi rimando al post sul sito di OMGcloud.

Pubblicato in Mobile Taggato con: , , , , ,

Mauro Ginelli: chi?

In questo sito troverete qualche considerazione su SEO e ottimizzazione dei siti web, adozione degli Standard Web, Web Analytics e altro ancora.

Il mio profilo su LinkedIn