Mauro Ginelli

Condividere con Google Reader

Una funzionalità a mio parere poco utilizzata (forse poco nota) di Google Reader è quella che consente la condivisione degli articoli (post) interessanti.

Come fare? Semplicissimo: quando si trova un articolo che si desidera includere nella propria pagina pubblica, è sufficiente cliccare sul link Condividi alla fine del post in Google Reader. L’icona diventerà arancione () per indicare che l’elemento è condiviso.

Si possono anche creare pagine pubbliche per gli elementi contrassegnati con tag (etichette) o come speciali. Per impostazione predefinita, però, questi elementi sono privati, non condivisi: occorrerà quindi prima andare su Impostazioni (Settings) > Tag (Tags) e selezionare gli elementi da condividere.

La configurazione dei servizi di Google in inglese anziché in italiano offre la possibilità di rimanere sempre aggiornati con tutte le piccole migliorie e nuove funzionalità che di volta in volta vengono introdotte. Dall’introduzione agli anglofili all’arrivo a noi utenti italici, infatti, può passare un po’ di tempo.

Prendendo in esame proprio Google Reader e scegliendo l’interfaccia in lingua inglese, si può utilizzare una funzionalità per il momento non disponibile in lingua italiana: le note (notes), facilmente individuabili nel menu principale, in alto a sinistra (v. immagine seguente).

Le note vengono incluse, per impostazione predefinita, negli elementi condivisi e ogni elemento in Google Reader mostrerà un’opzione in più, per aggiungere una nota all’elemento letto (v. immagine seguente).

Attraverso di esse, in pratica, si ha l’opportunità di scrivere poche righe, al volo, senza abbandonare Google Reader: una sorta di microblogging, per appuntarsi qualche spunto interessante, commenti, riferimenti ecc.

Ecco quindi la mia pagina pubblica (e relativo feed, per chi volesse abbonarsi), con gli elementi condivisi e le mie note. E la vostra?