Mauro Ginelli

Dieci servizi Google per i cellulari… e anche di più

In attesa di scoprire le prossime mosse di Google nel settore dei cellulari (si parla da tempo dell’arrivo di un Google Phone, tra smentite e voci di corridoio che si rincorrono), ho pensato di iniziare a raggruppare in questo post i servizi disponibili per l’uso dai dispositivi mobili.La lista dei servizi si è pian piano arricchita nel tempo ed è facilmente prevedibile che potrà allungarsi nel prossimo futuro. Converrà allora memorizzare tra i bookmark del browser del proprio cellulare l’indirizzo http://www.google.com/m/products, così da avere sempre a portata di mano i link per rimanere sempre connessi.

  1. Google Search

    Cominciamo con il più famoso e classico dei servizi di Google, la ricerca: è sufficiente andare direttamente all’indirizzo www.google.com col proprio dispositivo mobile (telefono cellulare o palmare, per intenderci) per poter iniziare ad interrogare il motore di ricerca. Alcuni dispositivi, tuttavia, non vengono riconosciuti e la pagina offerta è quella classica, a cui siamo abituati usando il computer; sarà allora sufficiente puntare il browser del cellulare all’indirizzo www.google.com/xhtml o www.google.com/pda (entrambi gli indirizzi sono accessibili ed usufruibili anche con i comuni browser sul computer).
    È utile ricordare come, cliccando sui risultati nelle SERP della versione mobile, non si accederà alla risorsa “originale”, ma ad una versione espressamente modificata da Google per i telefoni cellulari.

  2. iGoogle – Homepage personalizzata

    Oltre alla versione classica del motore di ricerca, con il proprio dispositivo mobile è possibile accedere alla homepage personalizzata, che si può vedere all’url www.google.com/ig/mobile, fruibile anch’essa via browser su computer. Non tutti i gadget (altrimenti detti widget) della versione classica saranno visibili.

  3. Gmail

    Anche Gmail, la posta elettronica di Google, è fruibile via cellulare, con due modalità alternative per andare incontro ai diversi dispositivi. A seconda del modello del cellulare, infatti, si può optare tra la versione basata su web (raggiungibile direttamente all’indirizzo http://mail.google.com/mail/x/?source=mobileproducts) o un’applicazione scaricabile all’indirizzo gmail.com/app (piccola nota “tecnica”: l’applicazione scaricabile richiede l’installazione di una Java Virtual Machine per poter funzionare).
    Il servizio Gmail mobile è disponibile anche per gli utenti del programma Google Apps: il PiccoloImprenditore mi ha suggerito che si può consultare la posta elettronica del proprio account puntando all’indirizzo mail.google.com/a/dominio.ext/x/?btmpl=mobile (dove dominio.ext sarà il dominio associato ad Google Apps).

  4. Google Calendar Mobile

    Anche il calendario con i propri appuntamenti, eventi e ricorrenze è fruibile con i dispositivi portatili, purché il browser sul telefono cellulare supporti lo standard XHTML: l’indirizzo è il solito (calendar.google.com), ma se il dispositivo non fosse riconosciuto si può tentare l’accesso alla propria agenda all’indirizzo http://www.google.com/calendar/m.
    Vale la pena ricordare che è possibile anche in Italia impostare la ricezione di SMS come promemoria degli eventi, per essere informati in tempo utile di imminenti riunioni, compleanni o altri appuntamenti. Per potere usufruire del servizio (offerto gratuitamente da Google: eventuali costi possono essere addebitati dal gestore di telefonia per gli SMS ricevuti) bisogna configurare il proprio cellulare su Google Calendar (menu “Impostazioni”, scheda “Configurazione cellulare”, per ricevere sul telefono il codice di notifica, che andrà poi riportato su Google Calendar).

  5. Google News Mobile (Beta)

    Per chi vuole rimanere aggiornato e consultare le ultime notizie, anche Google News è pronto per l’uso dal cellulare. All’indirizzo www.google.com/news?output=xhtml&hl=it è disponibile infatti una versione ottimizzata per la fruizione attraverso dispositivi portatili. Così come già visto per la ricerca, i link rimandano a versioni dei contenuti (in questo caso, le notizie) espressamente modificate da Google.

  6. Google Reader

    Non bastassero la ricerca, i gadget dell’homepage personalizzata, la posta e il calendario, anche per Google Reader è già pronta un’interfaccia mobile friendly, per poter seguire i feed RSS anche lontano dal computer. L’indirizzo? www.google.com/reader/m/ da tutti i cellulari e palmari. La versione è chiaramente più scarna di quanto si è abituati a vedere; tra le impostazioni, è possibile scegliere il numero di elementi da visualizzare e se si vuole far ricodificare le pagine web contenenti link per i browser dei dispositivi mobili.

  7. Google maps: www.google.it/gmm

    Siete per strada, cercate un indirizzo e non c’è anima viva in giro? Niente paura: prendete il cellulare e consultate le mappe satellitari di Google. Così come per Gmail, Google Maps Mobile è offerto in due modalità: consultazione online, con il browser del dispositivo portatile e una interfaccia semplificata; oppure scaricando l’applicazione per Windows Mobile o Palm OS, di cui è disponibile anche una demo.

  8. Mail-to-Blogger e Blogger Mobile

    Per chi proprio non ce la fa ad aspettare di trovarsi davanti ad un pc per aggiornare il proprio blog su Blogger, i signori di Google hanno implementato alcune soluzioni ad hoc.
    Come si legge nelle FAQ dedicate, “la funzione Mail-to-Blogger converte gli account di posta elettronica in applicazioni di invio dei blog”. È possibile creare un indirizzo Mail-to-Blogger da utilizzare per inviare post via email al proprio blog. L’oggetto delle email rappresenterà il titolo dei post, mentre il messaggio inviato diverrà il post sul blog stesso. Con Mail-to-Blogger, però, si possono inviare esclusivamente testi, senza immagini né allegati.
    Negli Stati Uniti è attivo, solo per alcune compagnie telefoniche, il servizio Blogger Mobile: grazie ad esso è possibile inviare testi o foto da un dispositivo mobile all’indirizzo go@blogger.com, affinché questi elementi vengono postati automaticamente sul proprio blog. La prima volta sarà sufficiente inviare MMS o email all’indirizzo e il nuovo blog verrà creato automaticamente. Blogger risponderà al primo messaggio dell’utente inviando l’indirizzo del blog appena creato ed un codice numerico (token) che identifica il dispositivo mobile e che potrà essere usato successivamente per modificare titoli e impaginazione accedendo dal sito go.blogger.com, oppure inoltrare i post del “blog mobile” in un blog preesistente.

  9. Adwords for Mobile

    A dimostrazione dell’importanza e dei volumi via via crescenti dil traffico e di utenti che effettuano ricerche su Google da un dispositivo mobile, non poteva certo mancare il programma Google AdWords pensato espressamente per queste situazioni. Gli inserzionisti AdWords possono così creare nuove campagne e annunci mirati espressamente ai navigatori da dispositivi portatili. A differenza degli annunci “tradizionali”, la versione per cellulari prevede testi più ridotti (18 caratteri anziché 35 per titolo e ancora 18 per la descrizione, al posto delle due righe da 50 caratteri), oltre che URL di visualizzazione di soli 20 caratteri contro i 35 canonici. Ma l’opportunità forse più ghiotta per gli inserzionisti risiede nella possibilità di creare annunci con indicazione di un recapito telefonico, per offrire agli utenti la possibilità di collegarsi direttamente alla attività pubblicizzata nell’annunci.

  10. Adsense for mobile

    AdSense for Mobile è l’ultimo arrivato tra i servizi presentati finora. Si tratta di un programma di pubblicità contestuale pensato espressamente per i siti accessibili da cellulare o palmare, che consente ai gestori dei siti di guadagnare pubblicando annunci testuali tematizzati secondo il contenuto presente all’interno delle pagine, grazie al celebre sistema elaborato dai tecnici di Google. Per il momento AdSense for Mobile è disponibile in 13 nazioni, tra cui l’Italia, ma si può immaginare facilmente che verrà presto esteso in altre parti del mondo.

Altri servizi

La veloce carrellata sui servizi di Google pensati per l’utenza mobile italiana sarebbe terminata, ma per gli utenti di altre nazioni (Stati Uniti in testa) si potrebbero aggiungere almeno altri tre servizi:

  1. Google SMS

    Si tratta di un servizio che permette al possessore del cellulare di inviare un SMS a Google e di ricevere, sempre via SMS, la risposta con il risultato della ricerca: numeri di telefono, indirizzi, voci di dizionario, risultati sportivi, ma anche informazioni sugli esercizi commerciali nelle vicinanze, indicazioni stradali e previsioni meteo.

  2. 1-800-GOOG-411: Google Voice Local Search

    Questo è il numero telefonico da comporre, negli Stati Uniti, per usufruire del servizio sperimentale Goog411 (Google Voice Local Search): si tratta di un numero verde gratuito, a cui risponde un servizio totalmente automatizzato di riconoscimento vocale, a cui domandare informazioni sulle attività locali (ristoranti, negozi, aziende ecc.) per essere immediatamente reindirizzati al numero telefonico dell’attività cercata.

  3. Picasa Mobile

    Dulcis in fundo, anche il popolare servizio per la gestione e condivisione di immagini via web ha una sua versione accessibile da telefonini e palmari: con Picasa Mobile si possono sfogliare e consultare velocemente le foto pubblicate e condivise, tutte opportunamente ridimensionate per la fruizione sui piccoli schermi. Al momento, però, non è ancora possibile effetture l’upload di una foto direttamente da cellulare.

Technorati Tags: google, mobile, googlephone, cellulari, search, igoogle, greader, reader, calendar, gcal, news, googlenews, maps, gmaps, googlemaps, adwords, adsense, sms