Italia.it

Posso unirmi al coro di quelli che non trovano che www.italia.it, così come si presenta oggi, valga i 45 milioni di euro del bando? D’accordo, è solo l’inizio. Probabilmente vedremo in futuro dei miglioramenti. Io me lo auspico. Non sto a parlare del logo: non mi piace, ma non sono un designer e non mi permetto di avventurarmi in considerazioni pseudo-tecniche.

Due parole sul codice HTML e soprattutto sugli aspetti legati alla SEO, però, permettetemele. Prendiamo la primissima pagina, la splash page con il Barbiere di Siviglia in sottofondo. Credo si potesse pretendere un po’ di più che un semplice:

<title>italia.it</title>

nella sezione <head>. Purtroppo la situazione non cambia nemmeno sulla prima pagina in italiano e in tante altre pagine che ho visitato.

Noto poi che alcuni link, come quelli del menu orizzontale in alto (le sezioni in rilievo, insomma) non sono il massimo per l’utente e per gli spider dei motori di ricerca. Ad esempio (spezzo su tre righe):
http://www.italia.it/wps/portal/!ut/p/kcxml/[88_caratteri]/delta/base64xml/
[36_caratteri]
?WCM_GLOBAL_CONTEXT=/wps/wcm/connect/
Portale+del+Turismo/homepage/Visita+l%27Italia/

Eppure mi pare di ricordare che il sito dovesse avere un occhio di riguardo alla search engine friendliness. Mah…

Aspettiamo la versione definitiva. Perché questa NON è la versione definitiva, vero?

Technorati Tags: ,

Pubblicato in Dentro il Web

Mauro Ginelli: chi?

In questo sito troverete qualche considerazione su SEO e ottimizzazione dei siti web, adozione degli Standard Web, Web Analytics e altro ancora.

Il mio profilo su LinkedIn