Trenta

Càpita, talvolta, di soffermarsi a pensare a se stessi: il presente, il passato, le aspettative sul futuro. I capodanni, ad esempio, con la solita lista di impegni per il futuro, da rispettare nei mesi successivi: focalizzare un obiettivo, elaborare una strategia per raggiungerlo e poi… disattenderlo dopo l’Epifania, per riprovarci al capodanno successivo.

Poi ci sono i compleanni: tempo di bilanci, ricordi che affiorano e desideri da realizzare nei successivi dodici mesi.
Una volta ogni dieci anni tocca anche prendere coscienza del cambio del numero che sta davanti, quello che indica le decine. Non è solo il problema di comprare la candela nuova, no. Si tratta di cambiare “club”, una specie di salto generazionale nel giro di una notte: nel mio caso, dai ventenni ai trentenni. Come dire, dai giovani agli adulti.

Un bel cambiamento traumatico (almeno, per me). Ne percepisco il profumo di nuovi progetti, gioie e soddisfazioni personali e lavorative, ma avverto la presenza di ostacoli, problemi piccoli e grandi dietro l’angolo.

Per fortuna, già dalle prime ore del mattino ho ricevuto gli auguri da parte di tante persone. Fa piacere accorgersi di avere accanto così tante persone che si ricordano di te.
Fa piacere svegliarsi e vedere il sorriso di tua moglie, come fa piacere la telefonata mattutina della mamma. Ma, non di meno, è piacevole lasciarsi andare un po’ di tempo a rispondere ad SMS ed e-mail di parenti ed amici vicini e lontani.

Con tutte queste manifestazioni d’affetto, non si ha nemmeno il tempo di star lì troppo a perdersi in pensieri e congetture. Niente bilanci sui primi trent’anni: suona troppo di contabilità. Niente progetti per il futuro: al di là del fatto che saranno disattesi, non c’è mica da presentare un business plan.

Forza, un bel respiro profondo e via, col trenta davanti!

Pubblicato in Vita da Gine

Mauro Ginelli: chi?

In questo sito troverete qualche considerazione su SEO e ottimizzazione dei siti web, adozione degli Standard Web, Web Analytics e altro ancora.

Il mio profilo su LinkedIn