Mauro Ginelli

Google Accessible Search

L’ultimo nato nei laboratori di Mountain View è Google Accessible Search.

Come si legge nelle FAQ, si tratta di un prodotto ideato per identificare e dare priorità ai documenti che possono risultare più usabili e più facilmente accessibili dagli utenti non vedenti (o affetti da disturbi alla vista). In pratica, viene analizzato il markup HTML delle pagine web, con l’intento di mettere in evidenza quei documenti che “degradano” in modo efficace. Alla base degli algoritmi, sempre nelle FAQ, i progettisti fanno sapere di essersi basati su alcuni fattori, quali la “semplicità” di una data pagina, la facilità di navigazione attraverso l’uso della tastiera o il “peso specifico” delle immagini all’interno del documento.

Piccola nota personale: d’accordo che le linee guida WAI sull’accessibilità non menzionano la validazione del codice come elemento necessario ai fini dell’accessibilità, ma mi sarei aspettato di trovare almeno il codice HTML validato, come consigliato dai sostenitori degli standard web…

Technorati Tags: Google Accessible Search, accessibilità, WAI, web standards